Italian

Notice: Undefined variable: is_product in /web/htdocs/www.miriamdubini.com/home/wp-content/themes/old_purity/includes/page-title.php on line 8

Notice: Undefined variable: is_shop in /web/htdocs/www.miriamdubini.com/home/wp-content/themes/old_purity/includes/page-title.php on line 8

Notice: Undefined variable: is_checkout in /web/htdocs/www.miriamdubini.com/home/wp-content/themes/old_purity/includes/page-title.php on line 8

Notice: Undefined variable: is_product_category in /web/htdocs/www.miriamdubini.com/home/wp-content/themes/old_purity/includes/page-title.php on line 8

Miriam Dubini

miriamdubiniMiriam Dubini è nata nel 1977 a Milano dove si è laureata in semiotica con una tesi sulla narrazione delle fiabe. Mentre studiava, ha scritto e recitato per il teatro ragazzi nella compagnia teatrale Ditta Gioco Fiaba. Negli anni successivi ha collaborato con Disney, Mattel ed Edizioni BD nell’ambito della narrativa e dei fumetti, e con Art Attack nell’invenzione e realizzazione di giochi con materiali di riciclo… poi è scappata col circo.
Ha scritto spettacoli circensi per Ambra Orfei e la sua mirabolante compagnia di equilibristi bulgari, contorsioniste cinesi, illusionisti svizzeri e domatori di pappagalli… poi è migrata a Londra.

Qui ha inventato la sua prima saga fantasy, dedicata alla streghetta più disordinata della storia: Leila Blue, le ha chiesto in prestito la scopa volante ed è sfrecciata a Roma.

La città eterna le ha ispirato un film per ragazzi  (IIF di Fulvio Lucisano), una (sporca) dozzina di libri per i più piccoli (Battello a Vapore, Giunti) e una trilogia per adolescenti: ARIA (Mondadori) dedicata alla sua più grande passione: la bicicletta. Con la bici è andata a sud e ha incontrato un gigante da sconfiggere. Così è nato “Non toccate la terra” (Rizzoli). Poi è andata ancora più a sud per incontrare i bambini palestinesi dei tempi di Gesù  (Edizioni Ares) e ancora più a sud per miagolare con un gatto africano che le ha raccontato una storia con i baffi (di prossima pubblicazione per Piemme). Infine è volata su un altro pianeta dove sta cercando di scoprire come vivranno i ragazzi del futuro (di prossima pubblicazione per Bonelli).

Con questa scusa dei libri, Miriam è riuscita a distogliere l’attenzione dal suo piano più ambizioso: la pace nell’universo. Per realizzarla dovrà girarlo tutto…